Santuario

La Cassa

La cassa in cui era posta la statua della Madonna è molto resistente; il fondo è di legno di faggio, il coperchio di noce e il resto sembra legno di carrubo, con assi grosse dai 4 ai 5 centimetri, ed è tanto pesante che ci vogliono 4 uomini per spostarla.
L’interno è lungo un metro e 75 centimetri, è larga 70 centimetri e alta 76. Oggi manca la parte in cui si trovava lo stemma, venuta meno per i pezzetti che continuamente venivano tagliati per donarli ai devoti, in particolare ai naviganti.
Pare che al suo arrivo fosse ben chiusa a chiave, e che nell’aprirla sia stato rotto il coperchio, in quanto si vede aggiustato con altro legno.

Per diversi secoli la cassa è rimasta esposta nel presbiterio della chiesa, sul lato destro dell’altare. Solo di recente, dopo il restauro del Santuario, si pensò di spostarla. A tale scopo fu preparato un “loculo” nel corridoio della sacrestia dove, ancora oggi, è possibile ammirarla.