Santuario

Il Chiostro

A Bonaria c’è anche un bellissimo Chiostro di forma rettangolare, con tre arcate sui lati minori e quattro su quelli Maggiori. Al centro c’è un caratteristico pozzo-cisterna, sormontato da orna¬menti in ferro battuto. Questa cisterna, insie¬me alle altre esistenti in Convento, tra cui una, ubicata sul lato sinistro del Chiostro, e che, poi, fu adibita a ospitare il primitivo Museo, forniva acqua alla numerosa comunità di Bonaria.
La funzione del chiostro è quella del luogo riservato in cui il frate cerca l’intimità con Dio e in cui trova “riparo” dal mondo. Per questo esso è aperto ma coperto: aperto perché permette di avere un contatto con il cielo che sovrasta il mondo, ma è coperto dalle intemperie che possono disturbare la vita ritirata della persona consacrata.

Al centro il pozzo che richiama l’anelito a Cristo-Dio, fonte della vita che disseta e ristora colui che getta nel Redentore tutta la sua esistenza.
Il Chiostro di Bonaria dà accesso ai locali del Santuario e della Sagrestia.

All’interno del Chiostro vi è il Centro d’ascolto, il negozietto degli oggetti ricordo, il Museo rinnovato e quello precedente, oltre ai servizi.
Nelle pareti del chiostro sono esposti dei pannelli che raccontano al visitatore la storia di Bonaria attraverso alcuni avvenimenti principali e la descrizione della struttura.